Pinterest: Il Q1/2022

Apr 28, 2022
Foto di ivke32 da Pixabay

Le azioni di Pinterest (NYSE:PINS) sono partite in salita ieri nel trading after-hours dopo che la società ha riportato i risultati finanziari del Q1 che hanno superato le aspettative. L'azienda ha dichiarato che gli effetti pandemici riguardo gli utenti attivi mensili (MAU) si fermeranno entro quest'anno. Vediamo le caratteristiche principali della lettera dedicata agli investitori.

Highlights finanziari del Q122

→ Il fatturato del Q1 è cresciuto del 18% rispetto all'anno precedente, raggiungendo i 575 milioni di dollari. La forza è venuta dagli inserzionisti di vendita retail, dal business internazionale e dagli inserzionisti SMB.

→ Gli utenti attivi mensili (MAU) globali sono diminuiti del 9% su base annua, a 433 milioni. Il declino è stato determinato principalmente dal superamento della crescita influenzata dalla pandemia nel trimestre precedente e dal minor traffico proveniente dalla ricerca.

→...

Continua a leggere...

Cos'è il Volatility Skew?

Apr 26, 2022

Il Volatility skew (anche chiamato distorsione di volatilità) è un concetto nel trading di opzioni che afferma che tutte le opzioni presenti su uno stesso sottostante - con diversi prezzi di esercizio, ma che hanno la stessa scadenza - avranno una volatilità implicita (IV) diversa.

Il volatility skew è la differenza di volatilità implicita tra le opzioni OTM, ITM e ATM.

La volatilità rappresenta un livello di rischio presente in un particolare investimento. La volatilità implicita è la previsione del mercato di un probabile movimento del prezzo di un titolo. È una metrica usata dagli investitori per stimare le fluttuazioni future (volatilità) del prezzo di un titolo in base a certi fattori predittivi. La VI può essere spesso considerata come una proxy del rischio di mercato. È comunemente espressa usando percentuali e deviazioni standard su un orizzonte temporale specifico.

La VI non viene...

Continua a leggere...

Netflix: -35% sul mercato e perdita abbonati

Apr 21, 2022

L'ultima volta che le azioni di Netflix sono crollate così è successo quasi 18 anni fa: Il 15 ottobre 2004, le azioni sono crollate di quasi il 41% - da 2,49$ a 1,47$.

Nella giornata di ieri, 20 Aprile, le azioni sono scese in picchiata netta registrando un calo del 35,1% - una reazione ai dati del primo trimestre che hanno visto la società battere le aspettative di profitto ma sottoperformare nettamente gli abbonati, registrando la prima perdita netta in più di un decennio.

Netflix ha perso 200.000 netti di abbonati nel trimestre appena concluso e prevede che ne perderà altri 2 milioni nel trimestre in corso. Questo ha ridotto il numero totale di abbonati da 221,84 milioni - alla fine del 2021- a 221,64 milioni ed ha portato gli analisti a chiedersi se l'azienda stia saturando il suo mercato totale di riferimento.

Il messaggio agli investitori da parte del management è stato chiaro: 

"La crescita di fatturato è notevolmente...

Continua a leggere...

Cos'è il Benchmark?

Apr 19, 2022
Foto di RODNAE Productions da Pexels

Un benchmark è un parametro di riferimento che rende possibile misurare la performance di un titolo, di un fondo comune o di un qualsiasi strumento finanziario. 

I benchmark sono indici creati per includere più titoli che rappresentano una parte del mercato totale. Esistono indici di riferimento per tutti i tipi di classi di attività. Nel mercato azionario, l'S&P 500 e il Dow Jones Industrial Average sono due dei principali benchmark a grande capitalizzazione tra i più popolari.

Nel settore del reddito fisso, esempi di benchmark includono l'indice Barclays Capital U.S. Aggregate Bond, l'indice Barclays Capital U.S. Corporate High Yield Bond e l'indice Barclays Capital U.S. Treasury Bond. 

I benchmark forniscono agli investitori un modo tempestivo, accurato e conveniente per tracciare e confrontare i propri investimenti con la performance del mercato combinando varie componenti di un segmento di...

Continua a leggere...

Cos'è un Bear Trap?

Apr 12, 2022
Foto di Skitterphoto da Pixabay

Un bear trap, in italiano trappole per orsi, si verifica quando l'azione del prezzo di un titolo, indice o altro strumento finanziario segnala "erroneamente" un'inversione da una tendenza al ribasso a una tendenza al rialzo. In altre parole, quando tutto farebbe pensare che il mercato debba scendere ed invece sale. 
 
Un analista tecnico potrebbe dire che i trader istituzionali cercano di creare "trappole per orsi" per indurre i “piccoli” investitori ad assumere posizioni long, facendogli pensare ad una ulteriore salita. Se il trader istituzionale ha successo e il prezzo aumenta, questa situazione offre loro la possibilità di vendere posizioni azionarie ad un prezzo più alto.

Perché ultimamente si sta parlando così tanto di Bear Trap?

I mercati azionari statunitensi hanno ottenuto guadagni sostanziali nelle ultime due settimane e mezzo, con l'S&P 500 che ha superato il 10%, il Nasdaq che ha...

Continua a leggere...

L’impatto storico dell'inflazione sui settori dell'S&P 500

Apr 07, 2022
Foto da Pixabay

Con la Federal Reserve pronta ad alzare i tassi di interesse nel corso dell’anno, gli investitori sono alla ricerca di un cambiamento nella direzione del mercato azionario e nei settori di riferimento. Il noto analista Thomas Alonso ha riportato un’analisi dettagliata di quelle che sono state le performance storiche dei settori del mercato azionario durante i precedenti picchi d’inflazione.

L’analisi è stata limitata ai picchi che erano superiori a un aumento del 4% annuo. Questo ha permesso di prendere in considerazione tre periodi di riferimento: Ottobre 1990, Settembre 2005 e Luglio 2008. Nei grafici sottostanti, vengono mostrate le performance settoriali nei due anni in cui si è rivelato il picco d'inflazione, riallineate a 100 al momento del picco.

Ottobre 1990

Per il picco del 1990, (Exhibit 4) il settore sanitario ha avuto la performance migliore (+10,9%) seguito dal settore energetico (+9%) e dai beni di consumo...

Continua a leggere...

Cos'è lo Sharpe Ratio?

Apr 05, 2022
Foto di AbsolutVision via Pexels

Definizione

L’indice Sharpe (sharpe ratio) viene utilizzato dagli investitori per interpretare il rendimento di un investimento rispetto al relativo rischio.

Facciamo un esempio: quando acquistiamo frutta e verdura o altri prodotti, la maggior parte delle volte guardiamo e confrontiamo il prezzo della merce al chilogrammo. Questo perché è comodo: esprimendo il prezzo con una singola unità di misura si possono confrontare prodotti diversi. L'indice di Sharpe svolge la stessa funzione ma con gli investimenti.

Sottrarre il tasso privo di rischio dal rendimento medio ci permette di individuare meglio i profitti associati alle attività di assunzione del rischio. Il tasso di rendimento privo di rischio è il rendimento che gli investitori potrebbero aspettarsi da un investimento con 0 rischi. Il rendimento di un titolo Treasury degli Stati Uniti, per esempio, potrebbe essere usato come tasso...

Continua a leggere...

Cosa sono i titoli MANGO? 

Mar 31, 2022
Foto di blickpixel da Pixabay

Il nuovo termine da aggiungere al nostro vocabolario finanziario è: MANGO!  

Acronimo che gli analisti di Bank of America hanno proposto in un report del mercato dei semiconduttori in cui hanno esaminato 7 aziende:

-       M: Marvell Technology (MRVL)

-       A: Advanced Micro Devices (AMD) e Analog Devices (ADI) Broadcom (AVGO)

-       N: Nvidia (NVDA)

-       GGlobal Foundries (GFS)

-       O: On Semi (ON)

Perché le azioni MANGO potrebbero performare bene?

Nonostante gli impatti della pandemia e i problemi di supply chain sui produttori di chip, l'analista di Bank of America ritiene che "l'importanza strutturale dei semiconduttori per l'economia globale in rapida digitalizzazione non può essere sottovalutata". Questo perché la domanda per...

Continua a leggere...

Cos'è un frazionamento azionario?

Mar 29, 2022
Foto di Pexels

Un frazionamento azionario (stock split) avviene quando una società decide di incrementare il numero delle azioni in circolazione per aumentare la liquidità del titolo. Anche se il numero di azioni in circolazione aumenta di un multiplo specifico, il valore totale in dollari di tutte le azioni rimane lo stesso, perché un frazionamento non cambia la capitalizzazione dell’azienda.

Il consiglio di amministrazione di una società può scegliere di dividere le azioni in qualsiasi rapporto. Per esempio, un frazionamento azionario può essere 2 per 1, 3 per 1, 5 per 1 (anche indicati come 2:1, 3:1). Un frazionamento 3 per 1 significa che per ogni azione detenuta da un investitore, ora ce ne saranno tre. In altre parole, il numero di azioni in circolazione nel mercato triplicherà. 

D'altra parte, il prezzo per azione sarà ridotto dividendo il vecchio prezzo delle azioni per 3. 

Perché lo fanno?

Le...

Continua a leggere...

Investire conviene sempre: i rendimenti ai tempi della pandemia

Mar 24, 2022
Foto di nosheep da Pixabay

Da quando ha toccato il minimo il 20 marzo 2020, l'S&P 500 ha registrato un rendimento totale del 102%, compresi i dividendi reinvestiti. Ciò significa che un investimento di 1.000€ in un ETF che segue l'indice, oggi varrebbe circa 2.020€. In altre parole, avresti più che raddoppiato il capitale in soli due anni.

Allo stesso tempo, questi guadagni hanno visto il più veloce e più ripido declino del mercato ribassista nella storia, quando il mercato generale è caduto quasi del 34% nel giro di 33 giorni all'inizio della pandemia.

"Ne abbiamo passate tante come investitori in questo periodo, ma gli investitori meno esperti devono guardare indietro al 1929. Vedrete che il mercato nel tempo è generalmente salito"

dice Craig Ferrantino, presidente di Craig James Financial Services a Melville, New York.

 "Inoltre, avete qualcosa che gli investitori più anziani non hanno: il tempo. Il tempo...

Continua a leggere...
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.