L’importanza dell’educazione finanziaria

Jul 21, 2022

Che tu sia dipendente di un’azienda o un lavoratore autonomo, Per raggiungere il successo finanziario, l’educazione è fondamentale.

L'educazione finanziaria è una competenza di base che ha un impatto diretto sul nostro benessere personale. Nozioni di base come la gestione del denaro, il risparmio, gli investimenti e l'indebitamento, se impartite fin da giovani, gettano solide basi per le abitudini monetarie.

È fondamentale per la famiglia media che decide di acquistare una casa, finanziare l'istruzione dei figli e garantire un reddito quando i genitori andranno in pensione.

È fondamentale perché è una delle cose che abbraccia praticamente ogni aspetto della vita di una persona.


“Il denaro è una forma di potere. Ma ciò che è ancora più potente è l'educazione finanziaria. I soldi vanno e vengono, ma se hai istruzione su come funziona il denaro, ne guadagni potere e puoi iniziare a generare...

Continua a leggere...

Earnings Q2: Stagione iniziata!

Jul 19, 2022

Il contesto macroeconomico è quanto di più impegnativo abbiamo visto da molti anni a questa parte, per usare un eufemismo.

Molti fattori che ormai conosciamo bene (l'inflazione statunitense al 9,1%, la crescente crisi energetica e geopolitica in Europa etc..) hanno aumentato le probabilità di recessione. Tuttavia, alcuni dati economici attuali non sono poi così negativi; ad esempio, i posti di lavoro vengono ancora creati più rapidamente del previsto e più velocemente di quanto i datori di lavoro riescano a occuparli. Ciò potrebbe suggerire una significativa capacità di assorbire condizioni finanziarie più restrittive senza un forte rallentamento.

Ci si aspetta una situazione altrettanto contrastante negli Earnings (rilascio degli utili delle aziende) di questo trimestre.

Per il Q2 le stime degli analisti sono state riviste al ribasso per tutti i settori, ad eccezione di quello energetico, ma ciò non è...

Continua a leggere...

Tutti i segreti del trading online | Rassegna Stampa

Jul 15, 2022

Vivere di trading online è il sogno di tanti italiani. Molti lettori di Wall Street Italia mi hanno scritto per conoscere i principali segreti del trading. Ecco le mie risposte alle domande più ricorrenti.

Autrice: Silvia Vianello - Pubblicato il 15/07/2022

Domanda 1. Come vive chi vive di trading?
Partiamo da capire che cosa NON è vivere di trading. Vivere di trading non significa stare al mare o in piscina tutto il giorno. Anzi. Fare trading sotto il sole credo sia una delle attività meno consigliabili al
mondo. Con il riflesso del sole sullo schermo, fare un’operazione esattamente al contrario di quella che avresti voluto fare è veramente un attimo.

Clicca qui per leggere l'articolo completo, pubblicato su Wall Street Italia

QUI trovi gli altri articoli scritti dal nostro team per Economy Magazine, Wall Street Italia, Finanza Online, nicolaporro.it, Millionaire e altri ancora...

Continua a leggere...

Parità Euro Dollaro per la prima volta in 20 anni

Jul 14, 2022

Negli ultimi mesi, la pressione sull'euro è aumentata mentre gli investitori si sono riversati sul dollaro americano, un bene rifugio in tempi di crisi economiche. La valuta, condivisa da 19 Paesi europei, è crollata di oltre l'11% quest'anno, mentre il dollaro, si è rafforzato rispetto a quasi tutte le principali valute del mondo.

Le pressioni che gravano sull'eurozona in questo momento sono diventate così forti che mercoledì l’Euro è sceso momentaneamente sotto la parità con il dollaro statunitense - un tasso di cambio di 1:1 (€1 = $1). Non si vedeva dal dicembre 2002.

 

Le valute si muovono come le azioni, le obbligazioni o qualsiasi altro asset: gli investitori possono acquistarle direttamente quando pensano che aumenteranno di valore e venderle quando pensano che diminuiranno. Esse riflettono anche la domanda globale per gli asset di un paese in generale, perché per acquistare i titoli di stato americani o...

Continua a leggere...

QQQ: Analisi e teorie

Jul 12, 2022

L’ETF Invesco QQQ Trust segue l'indice Nasdaq 100. A differenza dell'indice in sé, il QQQ è un titolo negoziabile in borsa. Offre ai trader un modo per investire nelle 100 maggiori società non finanziarie quotate al Nasdaq. 

Sin dalla sua creazione, marzo 1999, il QQQ ha dimostrato una performance superiore a quella dell'indice S&P 500.  Quando il QQQ è stato lanciato per la prima volta, in meno di 10 mesi, il prezzo è subito raddoppiato. Dopodiché ci sono stati momenti turbolenti: Dal 2000 al 2002 a causa delle dot.com.

Dal picco di 94,85$ di marzo 2000, il QQQ è sceso a 17,95$ dopo 30 mesi di deflazione. Si trattava di una perdita dell'81,08% rispetto al valore massimo.

La ripresa del QQQ è iniziata poi nel 2003, ma è stata tutt'altro che brillante. Il 2008 ha visto l'arrivo della crisi dei mutui subprime, che ha causato al QQQ un'altra enorme battuta d'arresto. Il QQQ è tornato a 24,40$,...

Continua a leggere...

Stock Market: gli ultimi dati positivi

Jul 07, 2022

La storia si ripete? Non possiamo saperlo con certezza, negli ultimi giorni i prezzi del petrolio sono scesi e i tassi di interesse sono saliti grazie a dati economici più solidi. La scelta della Fed di alzare i tassi a breve termine di 50 o 75 punti base il 27 luglio dipenderà probabilmente dal rapporto sull'indice dei prezzi al consumo di giugno che verrà pubblicato mercoledì prossimo, dove molto probabilmente ci sarà un altro calo del tasso annuale.

Ultimamente, sembra che le buone notizie siano quasi passate di moda, ma ieri invece ne abbiamo avute più di una:

  • L’indice dell'Institute for Supply Management sul settore dei servizi per il mese di giugno, si è attestato sui 55,3. Questo dato ha battuto le aspettative di 54 ed è ben al di sopra di 50 (livello che segna l'espansione). 17 dei 18 indici secondari si sono attestati al di sopra di 50, indicando che l'economia continua a crescere. È difficile pensare ad...
Continua a leggere...

L’inverno delle criptovalute | Rassegna Stampa

Jul 06, 2022

Crypto Winter è un’espressione comune che si riferisce a un mercato delle criptovalute con scarse prestazioni. Crypto winter significa sentimento negativo e valori medi degli asset sempre più bassi per un’ampia fascia di valute digitali.

Autrice: Silvia Vianello - Pubblicato il 06/07/2022

Il termine mercato ribassista si riferisce comunemente a un periodo in cui le azioni hanno un valore inferiore, spesso a causa di un mix di fattori economici. Sebbene un mercato ribassista e un Crypto Winter possano coincidere, non sono necessariamente correlati.

I prezzi delle azioni sono determinati dalle forze di mercato e gli investitori si affidano a strategie di analisi fondamentale e tecnica per determinare i prezzi target. Con le criptovalute invece i modelli di valutazione sono agli albori. Ciò può portare a una grave disconnessione tra azioni e criptovalute.

Tuttavia, come dimostra l’inverno delle criptovalute di quest’anno...

Clicca qui...

Continua a leggere...

Inflazione: differenze tra Europa e Stati Uniti

Jul 05, 2022

Nel 2021, il presidente della Federal Reserve Jay Powell e altri membri della Fed dichiararono che l'aumento dell'inflazione era "transitorio", dovuto alle sfide generate dalla pandemia e alla forte domanda dei consumatori.

Sebbene l'inflazione non sia più "transitoria", i fattori che la determinano stanno avendo un impatto disomogeneo a livello globale. Le banche centrali di entrambe le sponde dell'Atlantico stanno già adottando misure per combatterla.

Negli Stati Uniti, l'inflazione sui beni alimentari ha raggiunto a maggio il 10,1%, mentre l'Eurozona ha registrato l'8,9%. Sebbene i seguenti dati suggeriscano che l'inflazione dei beni alimentari sia quasi alla pari tra Stati Uniti e Europa, se diamo uno sguardo più attento ci accorgiamo di due quadri inflazionistici diversi.

Negli Stati Uniti, i prezzi dei beni alimentari sono aumentati in modo più generalizzato tra le varie categorie, il che indica una pressione inflazionistica generale...

Continua a leggere...

Quando finisce il mercato ribassista? La psicologia inversa dell’investitore | Rassegna Stampa

Jul 04, 2022

Negli ultimi 120 anni, ci sono stati 14 mercati ribassisti che hanno registrato una media di circa il 33% di calo dal picco al minimo. Alla fine finiscono. Come l’economia, va.nno a cicli. E come non possono salire sempre, non possono nemmeno scendere sempre.

Autrice: Silvia Vianello - Pubblicato il 03/07/2022

“Quando finirà il mercato ribassista, così rientro a mercato?” Questa è la domanda a cui tutti vogliono una risposta. E se fosse la domanda sbagliata?

Il 2022 è stato un anno diverso da quello che molti investitori hanno visto nella loro intera vita come investitori. Alcuni hanno attraversato il mercato ribassista del 2008, ma sono molti meno quelli hanno vissuto il crollo di “Dot.com”, perché quando queste cose accadono gli investitori scappano dai mercati invece che...

Clicca qui per leggere l'articolo completo, pubblicato su Economy Magazine

QUI trovi gli altri articoli scritti dal nostro team per Economy...

Continua a leggere...

Stagflazione e soft landing: qual è la differenza?

Jun 30, 2022

 

Analizziamo oggi alcune opinioni degli esperti di UBS Wealth Management su come proteggere i nostri investimenti rispetto alle conseguenze che potrebbero esserci sul mercato americano.

Stagflazione

L'attuale scenario di mercato prevede un periodo di stagflazione: crescita debole e prezzi in rapido aumento. La stagflazione è una fase economica in cui si ha sia l’inflazione che la mancata crescita del prodotto interno lordo (=stagnazione economica), questo porta a un rallentamento generale dell’economia e tra le conseguenze più importanti di questa condizione vi è anche l’incremento del tasso di disoccupazione.

Per gestire i rischi di portafoglio che seguono l’eventuale stagflazione, gli investitori dovrebbero costruire e gestire un portafoglio di liquidità, dimensionato per soddisfare le esigenze di flusso di cassa per 3/5 anni. Questo portafoglio sarà probabilmente composto da un mix di liquidità e...

Continua a leggere...
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.