Cosa ci aspetta questa settimana? (09-13 Gennaio)

Jan 10, 2023

L’analisi che andremo a fare su ES è a scopo puramente didattico e non finanziario, sono indicazioni generali per analizzare potenziali livelli di supporto e resistenza dove il prezzo potrebbe reagire.

La settimana scorsa ES, future dell’S&P500, ha chiuso la settimana in positivo con un +1.40%, il rialzo si è verificato principalmente venerdì dopo l’uscita del dato sui non farm payroll e il tasso di disoccupazione. 

Da giorni l’indice si muoveva in una choppy zone (zona di lateralizzazione), ma a seguito di questi dati, abbiamo finalmente ottenuto un breakout, quindi una rottura della resistenza 3900.

Qual è stato il dato positivo? 

Sicuramente che la disoccupazione è diminuita, tuttavia è diminuito più delle attese il salario e la retribuzione oraria media. Pertanto risultano esserci più occupati ma essendo pagati di meno questo dovrebbe facilitare inflazione a scendere....

Continua a leggere...

Cosa ci aspetta questa settimana? (02-06 Gennaio)

Jan 03, 2023

L’analisi che andremo a fare su ES è a scopo puramente didattico e non finanziario, sono indicazioni generali per analizzare potenziali livelli di supporto e resistenza dove il prezzo potrebbe reagire.

Il 2022 è stato un anno molto difficile. Il mondo ha provato ad uscire da una pandemia che è ancora molto presente; la Russia continua a fare la guerra contro un nemico che non ne vuole sapere; i titoli tecnologici e le criptovalute sono stati particolarmente colpiti. Tuttavia, ci auguriamo un nuovo inizio, con gli occhi ben aperti.

Il 2022 è stato, in termini di performance, l'anno peggiore dal 2008, con un rendimento dell’SPX pari a -19.4%. Il settore energetico è stato il chiaro vincitore con un rendimento totale del 59.04%, mentre i settori peggiori sono stati: Information Technology, Consumer Discretionary e Communications


Come abbiamo chiuso il 2022?

Nell’ultima settimana dell’anno abbiamo...

Continua a leggere...

Cosa ci aspetta questa settimana? (27-30 Dicembre)

Dec 27, 2022

L’analisi che andremo a fare su ES è a scopo puramente didattico e non finanziario, sono indicazioni generali per analizzare potenziali livelli di supporto e resistenza dove il prezzo potrebbe reagire

Venerdì 23 dicembre, all’apertura del mercato americano ore 15:30 italiane, l'ES è sceso a 3830, per poi ritornare ai livelli di 3860 e chiudere la giornata in rialzo. Tuttavia, nonostante la giornata positiva di venerdì, l’ES ha comunque chiuso la settimana in calo di circa lo 0,2%, registrando il terzo calo settimanale consecutivo. 

Anche la settimana in corso di Capodanno sarà caratterizzata probabilmente da volumi più bassi fino ad inizio di gennaio. 

Supporti e resistenze

I supporti principali di oggi sono 3805 e 3850. Le resistenze sono invece 3920 e 3955.

I punti pivot oggi sono ai seguenti livelli:

  • Supporto a 3845 
  • Punto pivot centrale a 3859 
  • Resistenza...
Continua a leggere...

5 indicatori affermano che forse non abbiamo ancora toccato il fondo

Sep 29, 2022

1. Mancanza di volatilità 

Grafico dei rendimenti giornalieri dell' S&P500 dal 1995 ad oggi.

Il primo grafico dei rendimenti mostra le fasce di +/- 5 deviazioni standard. Il secondo grafico mostra le fasce di deviazione media di +/- 8. Durante gli ultimi due grandi mercati ribassisti, i movimenti giornalieri hanno superato le soglie definite dalle fasce. Quest'anno invece, l'andamento è stato circoscritto tra queste soglie. Il declino del mercato è stato eccezionalmente regolare ed è stato definito "slow pain trade".

2. Indicatore z-score

Nella maggior parte dei precedenti mercati ribassisti l'indicatore z-score ha oltrepassato la banda inferiore di -3 deviazioni standard. Quest'anno non è successo, almeno per ora. Ciò è dovuto alla correzione regolare. Di conseguenza, la probabilità che possa verificarsi uno scenario peggiore è più elevata.

3. Distanza del prezzo dalla media mobile a 200 giorni

In...

Continua a leggere...

L'indice VIX e la volatilità del 2022

Aug 23, 2022

Nonostante l'aumento della volatilità che si è verificata nel mercato azionario durante i primi cinque mesi del 2022, la risposta dell'indice VIX è stata davvero anomala. 

L'indice di volatilità VIX stima la volatilità attesa a 30 giorni del mercato azionario statunitense analizzando i prezzi delle opzioni call e put dell'indice S&P 500 su vari prezzi d'esercizio. Le opzioni con scadenze comprese tra 23 e 37 giorni sono utilizzate per calcolare il prezzo dell'indice VIX. Sebbene questa misura ci dia un'idea delle aspettative del mercato sulla volatilità futura, non ci fornisce un quadro completo.

Attualmente esistono 9.547 contratti di opzione put e call quotati sull'indice S&P 500, con scadenze che vanno da 1 giorno a 5 anni, con l'ultima scadenza quotata il 17 dicembre 2027. Ciascuna di queste opzioni ha una propria volatilità implicita che ne determina il prezzo. In generale, più alta è la...

Continua a leggere...

Volatility Skew delle opzioni

Jul 28, 2022

Se si chiedesse alla maggior parte delle persone di disegnare un'immagine dei mercati di quest'anno, probabilmente molti cercherebbero di rappresentare la volatilità che le azioni hanno prodotto, come una linea irregolare.

Tuttavia, la distorsione di volatilità dell'S&P 500, è al livello più piatto degli ultimi 10 anni.

L'option skew è la differenza di volatilità implicita (la previsione del mercato sul probabile movimento del prezzo di un titolo) tra le opzioni out-of-the-money, at-the-money e in-the-money.

L'option skew rende più chiaro se gli investitori preferiscono essere acquirenti o venditori e quali opzioni preferiscano (call o put) in un determinato momento. Questo processo di appiattimento che si sta avendo potrebbe anche solo trattarsi di un'anomalia di breve durata.

Prezzo delle opzioni

Prima di approfondire il tema dello skew delle opzioni, diamo un'occhiata a come viene calcolato il prezzo delle opzioni. Il valore di...

Continua a leggere...

Volatilità e mercati: come gestire il proprio portafoglio e preservare gli investimenti

Feb 17, 2022
Foto di sergeitokmakov da Pixabay

La volatilità del mercato azionario è in gran parte causata dall’incertezza ed è caratterizzata da fluttuazioni estreme dei prezzi. Ultimamente la maggior parte dell’incertezza ruota intorno ai seguenti fattori:

  • Tensioni militari in Europa orientale
  • Inflazione
  • Aumenti dei tassi d'interesse 
  • Omicron

Sebbene queste tematiche possano sembrare scoraggianti, l’importante è non farsi prendere dal panico. Questi problemi non sono preludio di un rallentamento economico, di una recessione o di un mercato con forte tendenza ribassista. I mercati si muovono su e giù in base al sentiment degli investitori. Non dimentichiamoci che solo poche settimane fa, il 4 gennaio 2022, l'S&P 500 e il Dow hanno raggiunto i massimi storici.

I problemi sopra citati possono portare a quella che viene chiamata “rotazione settoriale”. La rotazione settoriale è una strategia di investimento che...

Continua a leggere...

La volatilità del mercato azionario

Aug 31, 2021
Foto di Andrew Neel da Pexels

Il mercato azionario è stato " volatile" agli inizi della pandemia COVID-19. E' stato di nuovo "volatile", in misura ridotta, prima delle elezioni presidenziali americane del 2020. Forse avete sentito parlare di "indicatore di paura" del mercato azionario - ma cosa significa in realtà?

Ecco cosa devono sapere gli investitori sulla volatilità del mercato azionario. 

Cos'è la volatilità del mercato azionario?

La volatilità del mercato azionario è una misura di quanto oscilla su e giù il valore complessivo del mercato azionario. Oltre al mercato nel suo complesso, anche i singoli titoli possono essere considerati volatili. Più specificamente, si può calcolare la volatilità guardando quanto il prezzo di un bene varia dal suo prezzo medio. La deviazione standard è la misura statistica comunemente usata per rappresentare la volatilità.

La volatilità del...

Continua a leggere...

Come visualizzare la volatilità sulla TWS di Interactive Brokers

Jun 16, 2020
 

In questo articolo vediamo quali sono gli step da seguire per visualizzare la volatilità di un sottostante sulla TWS di Interactive Brokers.

Si tratta di uno strumento utile per la definizione della strategia con cui operare, essendo la volatilità uno dei fattori più importanti da tenere in considerazione nel trading di opzioni finanziarie.

Per prima cosa è necessario definire qual è il sottostante di cui vogliamo analizzare la volatilità. Lo possiamo selezionare dalla lista presente di default nella sezione TWS classica oppure possiamo digitarne il nome nell’area di lavoro. Prendiamo ad esempio il titolo Amazon

 

Successivamente dobbiamo cliccare sulla voce “Strumenti di trading” per aprire il menu a tendina

 

e cliccare sulla voce “Volatility Lab” sotto alla voce “Opzioni”.

 

Si apre la finestra “Volatility Lab - Vol. Implicita” che vi mostra i grafici relativi alla...

Continua a leggere...

La volatilità implicita e la volatilità storica

Apr 09, 2019

Analisi della volatilità e di come questa influisca sul prezzo delle opzioni.

In questo articolo appronfondiamo i concetti visti precedentemente.

La volatilità misura statisticamente il grado di fluttuazione di un mercato o di un titolo. Si esprime in percentuale, ed è calcolata come deviazione standard annualizzata delle variazioni giornaliere percentuali del prezzo del titolo o di altri strumenti finanziari. La deviazione standard in statistica è una stima della variabilità di determinati valori presi in oggetto, di cui ne assume l’unità di misura.

La volatilità sale con il movimento del prezzo del sottostante, mentre rimane bassa o invariata quando il prezzo rimane costante o si muove di poco. Questi movimenti sono da considerare in relazione anche al tempo, poichè se ad esempio un sottostante aumenta di prezzo ma l’aumento avviene gradualmente nel corso del tempo, la volatilità non subisce variazioni. Se...

Continua a leggere...
1 2
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.