Cosa ci aspetta questa settimana? (30 Gennaio - 3 Febbraio)

Jan 31, 2023

L’analisi che andremo a fare su ES è a scopo puramente didattico e non finanziario, sono indicazioni generali per analizzare potenziali livelli di supporto e resistenza dove il prezzo potrebbe reagire.

I titoli azionari hanno chiuso una settimana molto positiva venerdì 27 Gennaio con una risalita di ES di 95 punti in seguito ai dati che hanno indicato una crescita economica statunitense più forte del previsto. Il Dipartimento del Commercio ha dichiarato venerdì che l'indice dei prezzi delle spese per i consumi personali, al netto dell'energia e dei generi alimentari, ha mostrato un aumento dei prezzi del 4,4% rispetto a un anno prima, questo il giorno dopo aver riportato un aumento del PIL del 2,9% per il Q4 2022, migliore del previsto, alimentando le speranze che la FED possa gestire un atterraggio morbido.

Ieri ES ha avuto un calo a 4050, un rimbalzo, e poi è crollato a fine giornata.

Naturalmente, tutto ciò che accade tra oggi e...

Continua a leggere...

Cosa ci aspetta questa settimana? (23-27 Gennaio)

Jan 24, 2023

L’analisi che andremo a fare su ES è a scopo puramente didattico e non finanziario, sono indicazioni generali per analizzare potenziali livelli di supporto e resistenza dove il prezzo potrebbe reagire.

Dopo un inizio anno positivo per i mercati, in parte guidato da un miglioramento dell'inflazione negli Stati Uniti e a livello globale, la scorsa settimana il sentiment degli investitori è apparso un più contrastante. I mercati azionari hanno invertito la rotta a metà settimana dopo che i dati economici hanno evidenziato un indebolimento del settore manifatturiero. Inoltre, l'incognita del dibattito in corso sul tetto del debito statunitense e i risultati contrastanti degli utili hanno pesato sui mercati.

Mercoledì i dati sulle vendite al dettaglio negli Stati Uniti a dicembre sono scesi dell'1,1% su base mensile, al di sotto dello 0,8% previsto. Questa flessione si è verificata durante le festività natalizie ed è indice di...

Continua a leggere...

Il volume profile

Jan 19, 2023
A cura di Mattia Rizzato

I volumi sono una delle informazioni più importanti che il mercato può darci. Perché sono così importanti? Circa l'80% di tutte le negoziazioni e relativi volumi di scambio sono effettuati solo da 10 grandi istituzioni finanziarie (le mani forti), le quali muovono e manipolano i mercati.

Queste istituzioni hanno i migliori esperti di trading a disposizione, tecnologia, algoritmi e soprattutto moltissimo capitale.

Per quest’ultimo motivo, quindi, è difficile per loro spostare tali capitali, investire e anche nascondere le loro intenzioni. Le grandi istituzioni, infatti, non possono semplicemente acquistare 100.000 posizioni su ES (future dell’S&P500) con un clic, devono entrare nelle posizioni lentamente, passando quasi inosservati.

Tuttavia, non sono mai in grado di nascondersi completamente, i loro volumi saranno sempre visibili e saremo sempre in grado di tracciarli. Come?

Il volume profile, a differenza...

Continua a leggere...

Cosa ci aspetta questa settimana? (16-20 Gennaio)

Jan 17, 2023

L’analisi che andremo a fare su ES è a scopo puramente didattico e non finanziario, sono indicazioni generali per analizzare potenziali livelli di supporto e resistenza dove il prezzo potrebbe reagire.

La settimana scorsa il mercato azionario americano ha proseguito in rialzo in previsione di un calo dell'inflazione, è stata una settimana importante per ES (future dell’indice SP500) che ha chiuso in positivo del 2,6% posizionandosi sopra il livello di 4000$ chiudendo venerdì in positivo a 4018.

Le banche che venerdì scorso hanno rilasciato i risultati economici, Bank of America, Citigroup, J.P. Morgan e Wells Fargo hanno chiuso in rialzo anche se alcuni analisti hanno dichiarato di aspettarsi una leggera contrazione dei profitti nei prossimi mesi.

Secondo un sondaggio condotto dal Conference Board, gli amministratori delegati delle aziende più importanti del mondo hanno una sola grande preoccupazione per l'anno in corso: la recessione.

...
Continua a leggere...

Cosa ci aspetta questa settimana? (09-13 Gennaio)

Jan 10, 2023

L’analisi che andremo a fare su ES è a scopo puramente didattico e non finanziario, sono indicazioni generali per analizzare potenziali livelli di supporto e resistenza dove il prezzo potrebbe reagire.

La settimana scorsa ES, future dell’S&P500, ha chiuso la settimana in positivo con un +1.40%, il rialzo si è verificato principalmente venerdì dopo l’uscita del dato sui non farm payroll e il tasso di disoccupazione. 

Da giorni l’indice si muoveva in una choppy zone (zona di lateralizzazione), ma a seguito di questi dati, abbiamo finalmente ottenuto un breakout, quindi una rottura della resistenza 3900.

Qual è stato il dato positivo? 

Sicuramente che la disoccupazione è diminuita, tuttavia è diminuito più delle attese il salario e la retribuzione oraria media. Pertanto risultano esserci più occupati ma essendo pagati di meno questo dovrebbe facilitare inflazione a scendere....

Continua a leggere...

Cosa ci aspetta questa settimana? Uno sguardo ai mercati

Dec 20, 2022

La settimana scorsa è stata una settimana impegnativa per gli eventi del calendario economico. L’ES, future dell’S&P500, ha fatto un picco a 4180 per poi chiudere la settimana a 3879, ha rotto due supporti importanti: a 4000, e un altro supporto a 3960.  

Questa settimana sentiremo sicuramente parlare molto del "Rally di Natale" che potrebbe fornire una spinta direzionale, il famoso Rally di Natale si riferisce nello specifico agli ultimi 5 giorni di trading di dicembre e i primi 2 giorni di trading di gennaio (dal 26 dicembre al 2 gennaio).
Il rally di Natale è un rally di mercato che provoca un aumento dei prezzi delle azioni durante le festività natalizie. Secondo i dati statistici, nei 70 anni compresi tra il 1950 e il 2020, un rally si è verificato 57 volte e, in media, l'S&P 500 è salito dell'1,3% in quei giorni.

Perché questo accade?

Ci sono varie scuole di pensiero, alcuni analisti ritengono che ciò...

Continua a leggere...

Inflazione e rialzo dei tassi: come dovrebbero approcciarsi gli investitori ai mercati sulla scia degli ultimi eventi?

Dec 15, 2022

Gli ultimi dati sull’inflazione usciti martedi 13 Dicembre non sono stati così negativi come si temeva.

L'ultimo dato dell’indice dei prezzi al consumo (in inglese Consumer Price Index) mostra che a novembre i prezzi sono aumentati dello 0,1% su base mensile e del 7,1% su base annua. Sebbene il 7,1% non sia esattamente quello che definiremmo un dato troppo ottimista - la nota positiva è che è diminuito rispetto al dato del mese di ottobre.  Inoltre, è stato inferiore di 20 punti base rispetto alle previsioni degli analisti (7,3%).

Un IPC mensile di appena lo 0,1% si traduce in un tasso annualizzato dell'1,2%. Se questo dato rimanesse in questo intervallo anche in futuro, l'inflazione si troverebbe all'interno dell'obiettivo a lungo termine della FED (circa 2% annuale). L'IPC core (che esclude i prezzi più volatili dei prodotti alimentari ed energetici) ha registrato un leggero aumento dello 0,2% su base mensile, ma è rimasto...

Continua a leggere...

L’impatto degli aumenti dei tassi di interesse su economia ed investimenti

Oct 13, 2022
Foto di Steve Buissinne da Pixabay

Probabilmente avrete già sentito parlare di Banche Centrali che aumentano o diminuiscono i tassi di interesse, ma vi siete mai chiesti come mai lo fanno?

Di base, lo scopo delle banche centrali è quello di regolare l’inflazione o la recessione, mantenendo, quindi, efficiente il flusso dell’economia.

Quando ci si trova nella fase in cui si ha un rallentamento della crescita e l’economia si avvia verso una recessione, allora la FED (ovvero la Federal Reserve) abbassa i tassi di interesse in modo tale da favorire la spesa e la produttività. Al contrario, nel caso in cui si verifichi una considerevole crescita della produttività e si manifesti il rischio di andare incontro ad un’inflazione, la Fed alza i tassi di interesse, nel tentativo di frenarla.

In parole povere, alzare o abbassare i tassi d’interesse permette alla banca centrale di incentivare o, al contrario, arginare...

Continua a leggere...

La maggior parte delle persone non sa cosa sta accadendo

Oct 11, 2022
Foto di mohamed Hassan da Pixabay
Testo a cura di Silvia Vianello

La maggior parte delle persone NON si sta rendendo conto realmente delle implicazioni devastanti che stiamo vivendo a causa di inflazione e guerre.

Come già ripreso dalle testate giornalistiche nicolaporro.it (link all'articolo) e Finanza Online (link all'articolo mentre la maggior parte delle persone DORME, i più grandi investitori al mondo corrono già ai ripari aprendo posizioni a manetta per proteggersi dal rischio di mercato.

Giovedì scorso c’è chi ha pagato $ 950.000, si avete capito bene 950MILA DOLLARI per comprare 50.000 opzioni che scommettono sul picco del VIX entro Marzo, con punte del VIX che potrebbero toccare i 140 entro fine Marzo. In altre parole, se avessero ragione, l'S&P500 potrebbe scendere fino a 2000. Non si sa se sia una persona o un fondo di investimento ad aver acquistato 50.000 opzioni call sui vari strike.

Qualcuno vede il...

Continua a leggere...

Che cos'è un "hard landing"? E perchè quest'anno è molto probabile che si verifichi?

Oct 06, 2022
Foto di RENE RAUSCHENBERGER da Pixabay

In questi giorni più di una fonte ha parlato della forte probabilità di un "hard landing" quest'anno, ma prima di analizzare cosa sta accadendo in questi giorni, vediamo di capire quando e perchè si parla di "hard landing", e in cosa consiste.

Un “hard landing”, letteralmente un "atterraggio duro", si riferisce a un marcato rallentamento economico dopo un periodo di rapida crescita. Deriva dall'aviazione, dove si riferisce al tipo di atterraggio ad alta velocità che, sebbene non sia un vero incidente, è fonte di stress, nonché potenziali danni e lesioni, ed è una metafora usata nei mercati finanziari per economie ad alta quota che subiscono un brusco e improvviso freno alla loro crescita. Le economie che subiscono un hard landing spesso scivolano in un periodo di stagnazione o di recessione.

Il suo contrario, il "soft landing", fa riferimento ad un rallentamento del...

Continua a leggere...
1 2
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.